Una serata fra Amici

Chiedere il bis di un piatto è il migliore dei complimenti che si possa fare ad uno chef. Se una volta lucidato anche il secondo piatto guardi ancora golosamente quello del commensale a te vicino, vuol dire che la cucina degli chef è qualcosa di davvero speciale…


La cena dell’11 febbraio presso il Ristorante Giudice di Torino è andata esattamente così: ritornavamo nella cucina Giudice dopo la felice esperienza dell’anno scorso, e lo facevamo per chiudere ufficialmente il primo percorso di raccolta fondi rivolto al nostro progetto denominato Il Club Dei 100.

Il copione era ormai collaudato: appuntamento nel primo pomeriggio per il meraviglioso laboratorio nella cucina degli chef Carmelo Damiano e Marco Granato, dove i nostri ragazzi hanno potuto nuovamente “mettere le mani in pasta” insieme agli chef, in un pomeriggio fra gioco, gusto e risate. Marco, Carmelo, Diego, Corinne e Gabriele, lo staff di Giudice, sono ormai degli amici, nostri e dei nostri ragazzi, cui si rivolgono con familiarità e profonda empatia.


I pomeriggi insieme a loro sono davvero quel tempo libero spensierato e di relazione di cui parlavamo nel video di lancio della nostra campagna di raccolta fondi: un tempo pieno di contenuti, di compagnia, di piccole, grandi eccezioni da una quotidianità spesso opprimente. Per questo, non li ringrazieremo mai abbastanza. E con loro gli amici Oliviero Alotto e Leo Rieser di Slow Food Torino e Piemonte-Valle D’Aosta, che favorirono il nostro incontro con Giudice e che continuano a sostenere e promuovere le nostre iniziative. 

La raccolta

Dopo il laboratorio, la cena è stata un rinnovato stupore: 50 i presenti meravigliati da quanto proposto dagli chef, 1230 gli euro raccolti a favore delle iniziative del Club Dei 100. Il totale netto delle donazioni, dal novembre 2017 ad oggi, sale così a 18.452 euro.

Il raccolto ci ha permesso di sostenere le attività proposte ai ragazzi del Club Dei 100, in tutti questi mesi e in quelli a venire, il costo del lavoro di operatori ed educatori, le spese vive per i trasporti, ecc. Si è chiuso così, fra nuovi e vecchi amici, questo primo ciclo di eventi ed iniziative racchiuse sotto lo slogan “Liberi al 100×100”: il Club avrà però lunga vita e nuove iniziative a suo favore stanno per fare capolino all’orizzonte.


Fra queste, i frutti della collaborazione annuale con gli amici dei Rotaract Club Torino Europea, Rotaract Club Torino Dora Mole Antonelliana, di cui ringraziamo i presidenti Ludovica Raineri e Valerio Scordo, presenti alla cena con una folta delegazione di soci: il viaggio insieme a loro non si fermerà qui!

Nella foto sottostante, il momento in cui i Rotaract Club Torino Dora Mole Antonelliana e Rotaract Club Torino Europea ci hanno fatto dono di 2 defibrillatori semiautomatici grazie al progetto #scuolasalvavita, sviluppato dal Rotaract Distretto 2031 con l’aiuto di Pavia nel Cuore. Dal giorno seguente trovano posto nei nostri Centri diurni CapoLavoro, a Grugliasco, e Il Barattolo, a Rivoli. ❤️


Gli sponsor 

🍷🧀 Chiudiamo con i tanti e generosi sponsor che ancora una volta hanno messo a disposizione i loro prodotti per la realizzazione del laboratorio e della cena. Eccellenze imprenditoriali e gastronomiche del nostro territorio, che ringraziamo di cuore una ad una, nella speranza di ripercorrere presto un pezzetto di strada insieme!

Prontoservice srl, Tenuta Montemagno Relais&Wines, Cantina Conte Vistarino, Caseificio di Montagna La Bruna, Tenuta Olim Bauda, Barberis Salumi SRL, D&D Macelleria, Da Giusy e Sandro – Frutta Secca e Legumi, Alex&Katia – Salumi&Formaggi.

PS. Qualche altra immagine… noi non ci stanchiamo di riguardarle!