"Voglio diventare educatore" - Oltre la disabilità

Quando abbiamo incontrato Andrea, voleva lasciare gli studi. Oggi va all’Università e sogna di diventare educatore…

“Diventerò educatore”

Ho conosciuto Andrea nella seconda metà dell’anno 2016. Andrea è arrivato presso lo Sportello Lavoro SINAPSI per ricercare una possibilità concreta di inserimento in tirocinio. In quel momento non aveva intenzione di proseguire nel percorso di studio post-diploma e la sua situazione era un po’ particolare, rispetto ad altri ragazzi con disabilità che incontriamo presso il nostro Sportello Lavoro,  in quanto possedeva una certificazione relativa a difficoltà molto lievi e specifiche.

Fin da subito, Andrea ha mostrato di possedere delle buone capacità relazionali e una grande passione per l’ambito del sociale, educativo in particolare, avendo anche a curriculum un diploma superiore inerente all’ambito psico-pedagogico.

E’ nata così l’idea di proporre ad Andrea, in base ad un’analisi specifica delle sue esigenze, un percorso presso la Cooperativa Sociale Paradigma, affinché toccasse con mano, in affiancamento a competenti professionisti del settore, quali complesse capacità sono necessarie per operare nell’ambito di cura e assistenza alle persone con grave disabilità. L’esito del tirocinio è stato il migliore che si potesse auspicare: al termine dei 6 mesi, Andrea ha deciso di proseguire gli studi universitari, per perseguire concretamente il sogno di divenire in futuro un educatore a tutti gli effetti.

Le storie come quelle di Andrea ci regalano motivazione ed entusiasmo e ci permettono di proseguire ad operare nell’ambito degli inserimenti lavorativi tenendo sempre a mente quanto sia fondamentale lavorare sulle specificità dei singoli individui e sui loro particolari bisogni.

"Voglio diventare educatore" - Oltre la disabilità

Andrea con Maria Grazia Marcone, referente del Centro Diurno di via Paoli.

Scrive Andrea

Mi chiamo Andrea e ho 25 anni e sono di Torino, ho svolto questa esperienza di tirocinio con Sinapsi sperando sia di capire quale strada intraprendere a livello lavorativo che di studi.

I sei mesi di tirocinio presso il “Centro Diurno Socio Terapeutico Cure Familiari” sono stati sei mesi molto intensi scanditi da molte attività ed esperienze nuove, ho avuto modo di conoscere una realtà molto dinamica in qui si svolgono molte attività con i disabili e le famiglie, fatta di operatori molto professionali e con una caratura umana molto elevata. Ho potuto anche capire come ci si relaziona con persone con disabilità e ho potuto imparare la realtà della loro vita. Infine, questo tirocinio mi ha permesso di capire cosa voglio fare da “grande” e come riuscire a raggiungere i miei obiettivi, spero che questa esperienza porti a una continuazione nel settore della disabilità.Andrea

Dott.ssa Elena Bellafemina
| Tutor e orientatrice de La Bottega presso Sinapsi