Lettura Facilitata - Easy to read
Editoria Facilitata

Quella dell’editoria facilitata (Easy to read) è una delle sfide più appassionanti che la Cooperativa La Bottega abbia mai deciso di intraprendere.

Una filastrocca di Gianni Rodari diceva che è difficile fare cose difficili: parlare al sordo, mostrare la rosa al cieco. Il linguaggio di facile lettura nasce proprio per questo: per “dare la mano al cieco, per cantare al sordo, per liberare gli schiavi che si credono liberi”.
Don Milani invece era solito dire che “Giustizia non è fare parti uguali fra diseguali, ma dare a ciascuno ciò di cui ha bisogno”.

Da un'idea di giustizia

Prima pagina Sottovoce n. 3/2016Se è vero che ognuno deve poter dare il proprio personale contributo alla società e che la nostra mission è da sempre quella di dare cittadinanza alle persone con disabilità intellettiva, principalmente attraverso il lavoro, è altrettanto vero che la piena cittadinanza non può prescindere dalla consapevolezza, questa dalla conoscenza e quest’ultima ancora, dall’informazione.

È questa riflessione che ci ha condotti verso un concreto impegno nel settore dell’Editoria Facilitata, nella constatazione di quanto la comunicazione tradizionale risulti troppo spesso complessa, se non del tutto incomprensibile, a molte fasce di popolazione.
Il progetto ha preso il via con “Sottovoce”, giornale di approfondimento bimestrale che riprende le principali notizie dei quotidiani trasponendole in linguaggio facilitato. "Sottovoce" è il primo giornale che rispetta le Linee Guida Europee di Lettura Facilitata - “Easy To Read”un piccolo grande sogno che guarda al rispetto del personale diritto di ognuno di essere cittadino consapevole.
Diritto imprescindibile, anche e soprattutto per persone con lieve svantaggio intellettivo o linguistico.

Facile?

Scrivere facilitato è tutt’altro che facile, in special modo se i temi trattati, per lunghezza e profondità della tematica, superano l'asticella delle abilità del lettore tipo. Ma proprio qui sta la sfida.
Spaziando dalla politica estera alla cronaca locale, con uscite cartacee e digitali a cadenza bimestrale, “Sottovoce” tenta di coniugare la riflessione da mensile di approfondimento alla necessità di informazione puntuale su tematiche d'imprescindibile attualità.

L'intento è quello di trattare notizie di interesse adulto e generale utilizzando termini semplici quanto meticolosamente studiati, univoci nell'accezione semantica e collaudati nel sentire quotidiano, e frasi lineari, eliminando inutili giri di parole, astrazioni e, soprattutto, senza mai dar nulla per scontato.
Questa è la lettura facilitata: non un lettura per bambini, ma una lettura che non dà nulla per scontato e che prova a facilitare la fruizione al lettore sul piano semantico, sintattico,visivo.

Sottovoce è un nuovo strumento accessibile a tutti, che nasce pensato per persone con lieve svantaggio intellettivo, ma che dopo una lunga fase di sperimentazione si è aperto a una più ampia base di potenziali lettori spesso esclusi dal circuito dell'informazione tradizionale: anziani, stranieri e migranti, soggetti ipovedenti.
Non per l'ultima, l'applicazione in ambito didattico e laboratoriale in scuole primarie e secondarie.

Un impegno strutturato: l'accessibilità museale

Editoria Facilitata non è solo informazione, ma cultura a tutto tondo.
Con lo svilupparsi dell'attività redazionale, si sono diversificati gli ambiti di collaborazione, per lo strumento-giornale e per le professionalità impegnate in redazione: all'attività redazionale principale si sono affiancati inediti fronti di ricerca e impegno nella direzione di quell'inclusione sociale che per essere davvero tale, deve definirsi anche culturalmente. Su tutti, il sentiero dell'accessibilità museale.

Museo Nazionale dell'Automobile di Torino

In genere quando si parla di “accessibilità museale” il pensiero va subito alle barriere architettoniche che impediscono o rendono complicato l’accesso alle persone in carrozzina, senza pensare che esistono molte altre barriere di difficile superamento alle quali, in Italia, quasi nessuno pensa: sono quelle barriere intellettuali, lessicali e visive che, come per l’informazione, impediscono l’accesso alla cultura, all’arte, al bello a una fetta grandissima di popolazione.

La prima vera guida facilitata ad un museo italiano è la "Guida al piano storico del Museo Nazionale dell’Automobile di Torino" ed è un onore averla prodotta qui in Bottega.
La presentazione della Guida e le informazioni per acquistarla: www.cooperativalabottega.it/guidafacilitatamauto.

Copertina Guida di Lettura Facilitata Museo Automobile - La Bottega